© by elisa franzoi 2019

SABRINA CASIROLI

VENERDI' 6

La cura: consapevolmente liber*

h 14:30-14:40. Video, Punto di rottura

FRIDAY 6

The care: to be free with awareness

h 14:30-14:40. Video, Breaking point

PUNTO DI ROTTURA  

video

Sinossi

Quando il nostro corpo arriva al “punto di rottura”? Quando viviamo una tensione così forte tra esterno ed interno che le nostre nuove posizioni non possono più accogliere la deformazione imposta dall'esterno. Quando una nuova idea nasce dal profondo dei nostri ricordi dobbiamo integrarla nei nostri concetti di relazione con il mondo, nei nostri criteri di vita o nel nostro ideale di benessere quotidiano. Se tale integrazione risulta difficile, andremo incontro a tensioni, sofferenze, crampi, persino a fratture della tibia, del perone o di entrambi*. E’ a questo punto che qualcosa “cede” e il corpo sovrano decide per noi.

La frattura somiglia tanto ad un cambiamento forte, quasi forzato, che vuole portarci ad una fase profonda di evoluzione e di miglioramento.

Per questo ho deciso di documentare la mia FraT/Tura di “Tibia e Perone” nobilitandoli all’interno di un corpo di cui quasi in parte ignoriamo le componenti ed il funzionamento fino a quando qualcosa non s’inceppa, si rompe e noi prendiamo coscienza che esistiamo, esistiamo grazie a lui. Siamo esseri integrati non c’è un lui o un noi: siamo il nostro corpo. Improvvisamente le ore si dilatano, viviamo in un tempo unico e irripetibile, il tempo dell’accettazione e in seguito quello della guarigione. Accettazione dalla perdita del passato e sopraggiungimento del nuovo. Il nuovo che tentenna ad arrivare, incespica un po’, lo abbiamo davanti a noi tutti i giorni: mentre le ferite si rimarginano, le croste si seccano, i lividi si sgonfiano, l’amore cresce. L’amore per noi stessi cresce. Capiamo che siamo noi al Centro. Non siamo mai stati separati e che il dentro e il fuori non esistono. Siamo materialmente ricuciti e insieme ricuciamo eventuali situazioni di conflitto. Tutto questo non grazie alle nostre capacità intellettuali, alla nostra possibilità d’intuire come aggiustare delle situazioni che non vanno, ma grazie ad una dote che c’illumina tutte le situazioni, anche quelle più buie e complesse. Così il “punto di rottura” diventa un’occasione di cambiamento, di crescita personale, di riappropriazione del proprio corpo e di regalarsi la possibilità di vivere nel momento presente. Un percorso di rinascita che rimarrà impresso per sempre sulla mia pelle.

 

*OGNI SINTOMO è UN MESSAGGIO (dalla metamedicina di Claudia Ranville*ogni sintomo è un messaggio* edizione Amrita)

Biografia

Sabrina Casiroli è nata a Milano nel 1981. Il suo approccio al mezzo fotografico è sempre stato di tipo terapeutico/emozionale, rivolgendo direttamente su se stessa la camera con un metodo di tipo introspettivo. Nel 2011 frequenta un workshop con Cristina Nunez (Self-portrait experience) e sperimenta il suo metodo. Nel 2012 riceve il diploma di fotografa professionale presso il Cfp Bauer di Milano. Uno dei focus principali della sua ricerca artistica è il corpo con le sue pieghe, nodi, trame. Il corpo stesso, nelle sue immagini, si fa catalizzatore di emozioni ed è utilizzato come veicolo per raccontare storie proprie o altrui. Parallelamente alla fotografia, ed a volte fuse assieme, progetta  ed attua lei stessa la performance. Sia che sia lei a ritrarsi in foto o video, oppure che si faccia supportare in questo da altri, offre il corpo nudo, come simbolo di una nudità  interiore, capace di andare oltre. Un corpo fragile, vero nella sua interezza e forte in quanto pura espressione della più intima natura.

 

https://www.instagram.com/sabrina.casiroli/?hl=it